domenica 25 aprile 2010

25 aprile

Libertà, democrazia, costituzione: l'alba sulle nostre montagne

“Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati.
Dovunque è morto un Italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra costituzione.”
(Piero Calamandrei, Discorso ai giovani sulla Costituzione nata dalla Resistenza. Milano, 26 gennaio 1955)

1 commento:

Vittorio Palmieri ha detto...

è vero quello che disse... un discorso pieno di retorica, ma ha forse dimenticato di dire che l'uomo è libero solo nel momento in cui lotta per la sua libertà: quando l'ha raggiunta diviene già schiavo di qualcosa che non capisce ancora.
Dove sono i partigiani ora che siamo schiavi inconsapevoli?